WATERFRONTS: Le declinazioni dell’acqua

  29 MAGGIO ore 10:55-13:30


Il webinar è in fase di accreditamento per n. 2 Crediti Formativi Professionali (CFP) per architetti

Ricordiamo che se desidera ricevere le slide del webinar e comunicazioni anche sui prossimi eventi o con finalità di marketing deve acconsentire al trattamento dei suoi dati

OBIETTIVI FORMATIVI

L’acqua elemento fluido, intangibile e privo di confini ben definiti incornicia la città di Venezia: è questo il quadro perfetto per riflettere sulle contemporanee questioni dei waterfronts e le tematiche più trasversali ad essi collegate.

L’obiettivo di riflessione sui fronti d’acqua è particolare, parte di una sfumatura più grande che vede l’acqua come unica e fondamentale risorsa per il verde futuro del pianeta. Partendo dalla cornice ospitante più ampia – quale quella legata alla nautica – si susseguiranno esperti urbanisti, architetti, professori universitari che discuteranno la poliedricità di una linea costiera, sia questa di acqua dolce o salata. L’evoluzione delle coste, in un rapporto dialogante tra porto e città, merita oggi un approfondimento ad hoc che valorizzi un incrocio di competenze e saperi.

Il turismo nautico, quale una delle molteplici manifestazioni del turismo del mare, è mosso e motivato dalle risorse marine: il mare e l’ambiente marino tutto che vi ruota intorno sono centro dell’esperienza turistica e sua principale motivazione. È chiara dunque l’importanza delle città d’acqua come nuove risorse turistiche. Da un lato il turista nautico è colui che viaggia e soggiorna sul mare e nei porti – al contempo vie e luoghi privilegiati del viaggio e del soggiorno; dall’altro la domanda turistica si manifesta a specchio anche sulla terraferma. In più l’attenzione agli aspetti dell’ambiente, della natura e del mare sono connaturati in questo tipo di turismo e rendono imprescindibile la valutazione della sua sostenibilità: non solo come sensibilità socio-ambientale, ma anche come elemento di lungimiranza commerciale.
La sostenibilità va valutata sotto tre aspetti, affinché sussista: un turismo ecologicamente sostenibile, un turismo eticamente e socialmente equo, turismo economicamente conveniente.

Ogni realtà che connette acqua, verde ed energia come sintesi del proprio percorso virtuoso conquista la sostenibilità.

I waterfronts esprimono una geografia eterogenea che si colloca per definizione in luogo del divenire: oggi una geocomunità ricca di vocazioni culturali, turistiche e produttive che partecipa attivamente al nuovo asset progettuale che investe i suoi territori. Protagoniste sono città aperte all’elemento acqua, che possiedono l’intenso fascino del momento d’incontro tra terra e mare. I litorali sono territori di scambio e scenari in trasformazione: il momento in cui i flutti vengono addomesticati identifica l’inizio dei benefici per la città: sviluppo territoriale e nuovi mercati urbani che danno forma a una rigenerazione economica e turistica.

I waterfronts sono materia proteiforme dove realtà naturali si fondono a realtà antropiche; sono materia della coesistenza di pratiche, luoghi e culture inscindibili legate al mare e alla costruzione di questi paesaggi. I fronti d’acqua rappresentano un ulteriore e nuovo punto d’incontro per l’essere umano, procreatori di inaspettate connessioni: sono luoghi ibridi dello spazio urbano e portuale della città. Sono interventi di riqualificazione ambientale che si stanno sviluppando in campo nazionale e internazionale, nei quali l’acqua è l’elemento caratterizzante per una rigenerazione urbana lungimirante. L’obiettivo finale è dare avvio a inedite e inattese opportunità di dialogo che facciano rivivere le realtà costiere.

I waterfronts – come aggregazione di identità e risorse diverse per una visione comune – sostengono l’ambizione di una progettazione al servizio della sostenibilità e resilienza. L’acqua rivela nuove connessioni tra i popoli e rinnova lo sviluppo di un immediato futuro ecosostenibile.

Convegno ufficiale del Salone Nautico di Venezia 2022

RELATORI DEL WEBINAR

Dott. Antonio Vettese

Architetto e Giornalista - Salone Nautico di Venezia - Moderatore

Dott. Simone Venturini

Comune di Venezia - Assessore alla Coesione Sociale, al Turismo, allo Sviluppo Economico, al Lavoro e alla Residenza

Arch. Giovanni Salmisastri

Presidente Ance Venezia

Dott. Giorgio Palmucci

Presidenti ENIT

Arch. Marco Piva

Studio Marco Piva

Prof. Enzo Pranzini

Università di Firenze

Prof. Maurizio Carta

Università di Palermo

Dott.ssa Barbara Bonciani

Università di Pisa, Assessora Comune di Livorno

Dott.ssa Luisa Bordato

Centro Studi e Ricerche Confcommercio Treviso, RETE

Dott.ssa Eleonora Giovene di Girasole

CNR IRISS

Prof.ssa Silvia Piardi

Politecnico di Milano

Dott. Matteo Marchese

RINA Prima Value Services

Arch. Paola Viganò

Studio Paola Viganò

Arch. Laura Dalla Pietà

Studio Paola Viganò

Prof. Ico Migliore

Migliore+Servetto Architects

CON LA COLLABORAZIONE DI